Monete antiche e medievali

DOSSIER SPECIALE: C’ERA UNA VOLTA IL TESORETTO DI LAVELLO

(di Luigi Lamorte) | Nella memoria mondiale sono appena state impresse le ultime follie perpetrate dai fanatici dell’Isis contro le opere d’arte del Museo di Mosul (che siano esse vere o solo riproduzioni), un attacco indiscriminato contro la storia ma soprattutto la memoria. Le statue sono state fatte a pezzi a martellate perché ritenute “immorali”,…


SECOLI D’ORO ALL’OMBRA DEL CUPOLONE

(di Antonio Castellani) | Da quando papa Sisto V (1585-1590), al secolo Felice Peretti di Grottammare (Ancona) fece terminare la cupola michelangiolesca, “Er Cupolone” rappresenta uno dei simboli del centro della Cristianità. E’ pur vero che per ben 72 anni di vita avignonese la sede del Papato fu ben lontana da Roma, ma tutto rientrò…


I CATTANEO DELLA VOLTA, SIGNORI DELLE DUE FOCEE E METELINO (1307–1341)

(di Maurice Cammarano, rivisitazione di un saggio di Savvas K. Kofopoulos e Andreas D. Mazarakis) | Focea (figg. 1-2) era posta sulla costa settentrionale del golfo di Smirne in Turchia e da questo porto dal XIII secolo, partirono le navi cariche del prezioso allume destinato ai tintori di stoffe di tutto l’Occidente. Il commercio dell’allume,…



LE AQUILE LO CONFERMANO: E’ LA COLLEZIONE DI CASA D’ESTE

(di Fiorenzo Catalli) | Nel 1647 l’intervento del granduca Ferdinando II, e soprattutto quello del cardinale Leopoldo de’ Medici, consentirono l’acquisizione nel Medagliere Mediceo di ben 252 monete in oro della collezione Este di Modena. I fatti risalgono agli anni in cui la morte senza eredi di Alfonso II (1559-1597) aveva obbligato gli Este a…



IL TESORO DI ALBERESE: UN RIPOSTIGLIO DI FIORINI DEL XIII SECOLO

(a cura della redazione) | E’ un vero e proprio tesoro di monete d’oro quello descritto ed ampiamente illustrato nel nuovo volume della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana pubblicato nella collana “Ripostigli monetali in Italia” e che verrà presentato sabato 21 febbraio in occasione di Tourisma, il primo Salone Internazionale dell’Archeologia organizzato a…


I due “Gordiani” in moneta: come riconoscerli?

(di Gabriele Lepri) | Marco Antonio Gordiano Sempronio Romano Africano, meglio conosciuto come Gordiano I, è passato alla storia a seguito della sua acclamazione come imperatore romano assieme a suo figlio, potere tenuto per qualche settimana tra marzo e aprile del 238. Secondo l’“Historia Augusta” sua madre era una donna romana di nome Ulpia Gordiana, mentre…


FRA TRADIZIONE E PROPAGANDA, SEGNI DELLA DEVOZIONE RELIGIOSA DI UN GIOVANE IMPERATORE

(di Raffaele Iula) | Il Sole è stato considerato, e a volte lo è tuttora, come fonte di energia vitale da diverse civiltà del mondo antico, non ultima quella di Roma. L’attenzione verso un così importante astro celeste si intensificò a dismisura nel corso del III secolo d.C., in piena età imperiale, fino a sfiorare…