Tintoretto nella moneta d’oro da 20 euro della serie Europa

L’Italia ha scelto il pittore veneziano per celebrare il Rinascimento, tema del programma Europa Star Programme

Con un particolare del dipinto Susanna e i Vecchioni di Jacopo Robusti, meglio noto come il Tintoretto (1518-1594) la moneta in oro da 20 euro celebra il Rinascimento, tema dell’Europa Star Programme 2019.

La moneta

Opera di Maria Carmela Colaneri, la moneta riproduce sul dritto – comune a tutte le monete del programma europeo – un volto femminile che rappresenta l’Italia racchiusa in un cerchio inserito in una stella a cinque punte e contornata da elementi figurativi tratti dallo stemma della repubblica italiana: la ruota dentata e i rami di quercia e ulivo. In alto, tra due punte della stella, compare anche una corona turrita e, in basso, il logo dell’ Europa Star Programme. Sul rovescio è riprodotto un particolare del dipinto di Tintoretto che ritrae il corpo nudo di Susanna in tutta la  bellezza dei canoni estetici rinascimentali. La moneta è in finitura proof, con zigrinatura fine, il diametro è di 21 mm e il peso di 6,451 g. Viene distribuita in un astuccio completa di certificato e la tiratura è limitata a soli 1.000 esemplari.

Il dipinto
Tintoretto, uno dei massimi esponenti della pittura veneziana e del manierismo in generale, dipinse l’opera Susanna e i Vecchioni attorno al 1557. Il tema è quello della storia biblica tratta dall’Antico Testamento (libro di Daniel, capitolo XIII) secondo il quale Susanna, una giovane donna molto bella e pia, viene concupita da due vecchi che frequentano la casa del marito e riescono a introdursi nel suo giardino sorprendendola mentre fa il bagno. Tintoretto tuttavia scelse di non rappresentare la giovane nel momento drammatico dell’arrivo dei vecchi giudici ma in quello ancora sereno in cui la protagonista che si ammira in uno specchio all’interno di un giardino idilliaco.  L’opera oggi è conservata al Kunsthistorisches Museum di Vienna.