BOSTON 1795, MONETE E MEDAGLIE NELLA CAPSULA DEL TEMPO DI PAUL REVERE

documents-button(di Roberto Ganganelli) | Vengono chiamati “capsule del tempo” quei contenitori sigillati per scelta deliberata e contenenti oggetti risalenti all’epoca del loro occultamento, talvolta accompagnati da documenti notarili che ne impongono l’apertura dopo un determinato periodo di tempo, talvolta decenni o secoli. Diversa è la storia di quanto accaduto ad una scatoletta di piombo che per duecentoventi anni è rimasta chiusa con il suo prezioso contenuto dentro alla State House di Boston. L’11 dicembre 2014  è stata infatti ritrovata casualmente e il suo contenuto è stato reso noto nei giorni scorsi dal Museum of Fine Arts. La capsula del tempo, piccola come una scatola di sigari, venne nascosta niente meno che da Paul Revere, noto protagonista della Rivoluzione americana, e da Samuel Adams, all’epoca governatore del Massachusetts. All’ispezione compiuta da parte degli archeologi si è rivelata contenere alcune belle monete d’argento e di rame statunitensi di fine XVIII secolo, una targa d’argento incisa da Paul Revere (che era anche un a bile argentiere e cesellatore), una medaglia che raffigura George Washington, un sigillo del Commonwealth, una pagina del “Massachusetts Colony Records”, alcuni quotidiani dell’epoca, cartoline e biglietti da visita. Per ammirare il contenuto – soprattutto, quello numismatico – della scatola del tempo di Boston si veda la photo gallery pubblicata da “La Repubblica” a questo indirizzo.