BERLINO: “E LA FOGLIA D’ACERO VOLO’ VIA…” 

(di Mathias Paoletti) | E’ stata trafugata nella notte tra il 26 e il 27 marzo scorsi, niente meno che dall’esposizione numismatica del celebre Bode Museum di Berlino, la super moneta d’oro canadese tipo “Maple leaf” dal valore nominale di un milione di dollari canadesi e dal peso di ben cento chilogrammi di metallo fino che faceva bella mostra di sé nel percorso dedicato alla storia della monetazione dall’antichità ai giorni nostri.

I soliti ignoti non si sono concentrati dunque sui capolavori dell’età greca e romana, sulle rarità medievali e rinascimentali contenute nelle teche quanto sul metallo prezioso in sé e per sé trafugando questo esemplare (quasi unico al mondo) di bullion coin del diametro di circa 53 centimetri e il cui valore intrinseco (stimato in poco meno di 4 milioni di dollari USA) supera abbondantemente quello facciale.

Il furto, secondo le prime indagini, sarebbe avvenuto attorno alle tre e mezza di notte. La “Big Maple Leaf” venne coniata nel 2007 dalla Royal Canadian Mint in pochissimi esemplari ed esposta anche alla World Money Fair di Berlino; si trattava – all’epoca – della moneta-lingotto in oro più grande al mondo ed entrò poi a far parte del gabinetto numismatico del Bode Museum che conserva oltre 540 mila tra monete, medaglie e banconote di tutto il pianeta e di tutte le epoche. A riportare la notizia, fra gli altri, la BBC (leggi qui) che pubblica anche l’intervista al portavoce della polizia tedesca.